Corsi di laurea

Il Corso di Laurea magistrale a ciclo unico in “Scienze della Formazione Primaria” (LM-85 bis), attivo a partire dall’anno accademico 2022/23, è una novità assoluta e importante all’interno dell’offerta formativa dell’Università di Foggia.

Il corso di laurea è a numero programmato e prevede un concorso di ammissione.

Due Università insieme per gli archeologi del nuovo Millennio. Il nuovo Corso di Laurea Magistrale Interateneo tra le Università di Bari e Foggia. 

Obiettivi formativi specifici

Il Corso di laurea magistrale in Archeologia (LM-2) si propone la formazione scientifica e professionale di archeologi e di curatori e conservatori di musei e parchi archeologici in grado di operare autonomamente e con competenze specialistiche nell'ambito delle indagini archeologiche sul campo, dello studio dei reperti e delle attività museali con riferimento all'ambito regionale pugliese e a più ampi e diversificati contesti territoriali, con uno spettro cronologico dalla preistoria all'età moderna e contemporanea.

Tra gli obiettivi formativi specifici del CdL compaiono:

  • riconoscimento e inquadramento storico-culturale del patrimonio archeologico;
  • classificazione e catalogazione delle singole categorie di reperti;
  • identificazione, documentazione e interpretazione delle sequenze stratigrafiche sul terreno e sulle architetture
  • conoscenza delle diverse procedure diagnostiche messe a disposizione dalle moderne tecnologie nella lettura del territorio rurale e urbano;
  • produzione e gestione della documentazione scritta, grafica e fotografica, delle attività di indagine sul territorio sia della ricognizione che dello scavo archeologico;
  • gestione delle moderne tecnologie informatiche, comprese le banche-dati prodotte dalle sempre più raffinate tecniche di indagine, capaci di correlare questi dati con le cartografie archeologiche digitalizzate, e produrre e gestire l'editing dei dati archeologici nella rete telematica;
  • individuare e mettere in atto le procedure di primo intervento sui beni archeologici sottoposti a rischio di degrado, quale premessa dell'intervento di conservazione e di restauro;
  • acquisire adeguate conoscenze tecnico-scientifiche, anche operative, sulle caratteristiche morfologico-strutturali del bene culturale, sulle caratteristiche e proprietà dei materiali che lo compongono, sulle applicazioni archeometriche individuando effettivi e necessari collegamenti con le procedure proprie delle scienze esatte e naturali (geologia, archeometria, ecc.);
  • sviluppare idee progettuali utili all'approfondimento della ricerca ma anche alla gestione e alla tutela (valorizzazione e fruizione) del patrimonio archeologico.

Referente: prof.ssa Maria Luisa Marchi

Documento

Il corso è supportato da una Convenzione quadro tra l’Università degli studi della Basilicata (Dipartimento delle culture e del mediterraneo: architettura, ambiente, patrimoni culturali), l’Università degli studi di Napoli “Federico II” (Dipartimento di Scienze sociali), l’Università degli studi del Salento (Dipartimento di Storia, società e studi sull'uomo) e l’Università degli studi di Foggia (Dipartimento di Studi umanistici. Lettere, beni culturali, scienze della formazione).

 

Obiettivi formativi

Il percorso formativo del corso di studi è articolato intorno a tre nuclei fondamentali:

  • conoscenza approfondita e critica dei metodi di indagine e rappresentazione delle dinamiche socio-culturali e territoriali individuate dalla prospettiva delle discipline demoetnoantropologiche e geografiche;
  • capacità di applicare nella pratica le conoscenze teoriche acquisite, con l'obiettivo di analizzare contesti socioculturali e territoriali, nonché di progettare, realizzare, gestire e valorizzare attraverso efficaci strategie comunicative, iniziative di carattere culturale finalizzate alla elaborazione di nuovi modelli di convivenza sociale partecipata e di gestione del territorio basati sulla valorizzazione delle risorse culturali e ambientali;
  • capacità di mettere in relazione le competenze geografiche e antropologiche con saperi ad esse necessariamente collegati.

Per tutte le informazioni, è possibile consultare il sito dell'Università degli Studi della Basilicata oppure il sito web del SAGE

Corso di studi non più attivo a decorrere dall’AA 2020/2021

Curriculum in Lettere Classiche e Curriculum in Lettere Moderne

Obiettivi formativi

Il percorso di studi in Lettere (articolato in due curricula, classico e moderno) fornisce un’ampia formazione e uno spettro di competenze specifiche nel campo degli studi umanistici (storici, letterari, linguistici, filologici, storico-artistici), attraverso lo studio dell’esperienza storica e della cultura letteraria e artistica dell’età antica, medievale e moderna, con un approccio diretto a testi letterari, documenti e monumenti. Offre inoltre una specifica preparazione sulle forme e le tecniche di comunicazione, le strategie del testo, la storia, la fortuna e ricezione delle forme e delle civiltà letterarie.

Curriculum in Beni Culturali

Obiettivi formativi

Il percorso di studi in Beni Culturali fornisce un’ampia formazione e uno spettro di competenze specifiche nell’ambito del patrimonio archeologico, storico-artistico, archivistico e librario, teatrale, musicale e cinematografico, demoetnoantropologico, del paesaggio e dell’ambiente, della legislazione, gestione e valorizzazione dei beni culturali. 

Referente: prof.ssa Francesca Scionti

AA 2019/2020

  • Retorica latina
  • Teatro latino